Il carciofo: un must sulla tavola a gennaio

Fortemente depurativo, è uno scrigno di sostanze che fanno bene alla nostra salute

Se ci sembra di non avere ancora smaltito tutti i panettoni che siamo riusciti a mangiare nel corso dell’ultimo mese… niente paura, arriva il carciofo a darci una mano!

Questo ortaggio è in grado infatti di dare una ripulita generale al nostro metabolismo, preparando il corpo alla rinascita primaverile.
Quindi, anche se il periodo di coltivazione del carciofo va dall’autunno alla primavera, gennaio è un mese particolarmente adatto per consumarlo in dosi più generose: è adesso che le sue proprietà fortemente depurative ci vengono in aiuto per sostenere in particolare la funzionalità di fegato e reni.

Siamo a gennaio, mese in cui il nostro organismo ha bisogno di proteggersi in particolare dal freddo e dai virus, di depurarsi dalle tossine in eccesso in attesa della rinascita primaverile, di combattere contro i dolori articolari e reumatici, sempre in agguato.

Madre Natura ci ha messo a disposizione un pacchetto completo di alimenti in grado di aiutarci a difendere il nostro corpo e a mantenerlo in forza di fronte agli agguati invernali di virus e raffreddori.

Il carciofo infatti è anche in grado di:

  • ripulire l’intestino dalle scorie e favorirne la funzionalità
  • ripulire il fegato dalle tossine accumulate e aumentare il flusso biliare
  • ridurre il peso, grazie ad un’azione diuretica
  • abbassare colesterolo, trigliceridi e zuccheri nel sangue

Tra i tanti elementi contenuti dal carciofo, ve ne sono tre veramente degni di nota:

  • la cinarina: è un polifenolo (cioè un antiossidante naturale)  derivato dall’acido caffeico, che aumenta la secrezione biliare e la diuresi; lo troviamo soprattutto nelle foglie più esterne del carciofo
  • l’acido clorogenico: anche questo è un polifenolo, particolarmente utile per la salute del cuore
  • le fibre: il carciofo ne contiene tantissime, e in particolare contiene inulina, utile per favorire la digestione e per un buon transito intestinale. Leggi il nostro articolo sull’importanza delle fibre per un’alimentazione sana.

Nelle prossime settimane vi consigliamo quindi di aumentare il consumo di carciofi. Ecco qualche dritta per farlo:

  • mangiateli crudi, in pinzimonio, irrorandoli con una dose generosa di limone: la vitamina C da esso contenuta, infatti, aiuta ad aumentare l’assorbimento del ferro, presente in buona quantità nei carciofi;
  • non buttate le foglie più esterne! Potete infatti utilizzarle per preparare un decotto (mettendone una decina in infusione per 15 minuti in 200 ml di acqua bollente) che, nonostante il sapore piutt osto amaro, è un vero toccasana per il fegato;
  • abbinateli ai cereali, in insalate calde o fredde: la combinazione dei due alimenti ne sprigiona tutte le migliori qualità;
  • assaggiateli nelle nostre ricette: la minestra di farro e carciofi al profumo di timo e la quiche alla farina di farro con carciofi e taleggio;

Leave a Comment

0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Vai allo shop
Spese di spedizione gratuite con una spesa di 29,90 € e spedizione in 48 ore!
Join our newsletter and get 40% off your next purchase
Get 40% OFF
Subscribe Now
Get 40% OFF
Join our newsletter and get 40% off your next purchase
Subscribe Now