La spesa di febbraio

La spesa di febbraio
Ripuliamo l’organismo dalle scorie e prepariamolo alla rinascita primaverile

Arrivati a febbraio manca davvero poco allo scoccare della fatidica data, l’inizio della primavera, quando le giornate saranno più lunghe, la temperatura diventerà via via più tiepida e il nostro umore beneficerà di questo esplosivo risvegliarsi della natura!
Quel che dobbiamo fare adesso è preparare il nostro organismo alla rinascita primaverile, proteggendolo dalle ultime insidie invernali e ripulendolo dalle scorie che abbiamo accumulato durante l’inverno.
I prodotti di stagione ci aiutano come sempre a raggiungere questo obiettivo: ecco quelli che dobbiamo mettere nella nostra busta della spesa nel mese di febbraio.
Per stimolare le difese immunitarie aumentiamo il consumo di alimenti che fanno bene al nostro intestino, come ad esempio il limone (beviamone il succo spremuto in acqua), la lattuga (aiuta il transito intestinale ed è ricca di antiossidanti) e i semi di lino (vanno tritati e aggiunti in succhi o vellutate);
– Per smaltire i grassi in eccesso, e regolarizzare quindi i livelli di colesterolo nel sangue, portiamo in tavola il più spesso possibile alcuni bruciagrassi naturali come i carciofi (scoprine tutte le proprietà e gli utilizzi nel nostro articolo), il radicchio (lo si può mangiare in insalata, allegerendone i toni amari con
l’abbinamento a formaggi freschi, oppure cotto alla piastra e condito con un filo d’olio extravergine d’oliva o olio di camelina)
– Per disintossicare l’organismo dalle tossine invernali e tonificare il nostro corpo consumiamo tutti i giorni ortaggi a foglia verde come spinaci (ricordiamo sempre che vanno lessati brevemente per non perdere le loro qualità), bietole, rucola e cavoli; mangiamo agrumi e noci e iniziamo i nostri pasti con un finocchio, al naturale o condito con poco olio, che ci aiuta a ripulire i fluidi interni e a spazzare via le tossine.

Infine non dimentichiamo che febbraio è il mese del Carnevale, la cui etimologia deriverebbe dal latino ‘carnem levare’, ovvero ‘eliminare la carne’: il riferimento è al banchetto del Martedì grasso cui seguiva la Quaresima, periodo di astinenza e digiuno.
Facciamo tesoro della tradizione e in questo periodo sostituiamo i più possibile la carne con i legumi, il cui apporto proteico (in abbinamento ai cereali) ha un valore biologico pari a quello delle proteine animali
Leggi anche il nostro articolo sulle proteine, i mattoni del nostro organismo. 

Leave a Comment

0

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Vai allo shop
Spese di spedizione gratuite con una spesa di 29,90 € e spedizione in 48 ore!
Join our newsletter and get 40% off your next purchase
Get 40% OFF
Subscribe Now
Get 40% OFF
Join our newsletter and get 40% off your next purchase
Subscribe Now